Il luogo prescelto è stato Cavallaria.

Sabato:
Le previsioni questa volta non hanno sbagliato. La copertura ha stazionato per molte ore sopra l'aera di volo per poi dissolversi solo nel pomeriggio. La task è di 42,3 Km e si svolge per lo più sulla serra. All'apertura della finestra ci sono le prime schiarite e i piloti galleggiano davanti al decollo. Si fa il traverso verso Andrate ma il momento non è dei migliori, c'è molta ombra e la maggior parte dei piloti buca. Poco dopo il cielo si scopre completamente e quelli che sono riusciti a stare in aria percorrono qualche altro chilometro prima di bucare. Nessuno chiude, il primo è Facchini con 23 Km, poi Biasi e Zammarchi con circa 21 Km. 

Task irrilevante, il primo prende appena 115 punti.
Classifiche: Open, Serial, Sport, Fun, Esordienti.

Domenica:
La meteo sembra eccellente ma i guru del posto non ne sono del tutto convinti. La task è di 85 Km circa con una boa a ovest, l'atterraggio di Corio, e una su Viverone per poi andare in atterraggio. Appena partiti si sale bene sul decollo. I piloti sono veloci ma poco prima di Corio le condizioni si affievoliscono e le medie di orarie si abbassano. Su Santa Elisabetta Durogati e Littamè partono per il traverso mentre il resto dei piloti si fermano a fare quota. Acquistano qualche chilometro di vantaggio che manterranno per tutta la gara. Il podio è di Durogati, a seguire Littamè e Cassetta.

Classifiche: Open, Serial, Sport, Fun, Esordienti.

Vince l'evento Aaron Durogati, seguito da Marco Littamè e Christian Biasi.
Classifiche evento: Open, Serial, Sport, Fun, Esordienti.